via Torre Belfredo 81/d - 30174 - Venezia-Mestre
info@infonett.it
+39 041 5953929

ELEZIONI COMUNALI IN VENETO: NEGLI ULTIMI 5 ANNI, IN OLTRE 70 COMUNI SI È VOTATO PER UN SOLO CANDIDATO

ELEZIONI COMUNALI IN VENETO: NEGLI ULTIMI 5 ANNI, IN OLTRE 70 COMUNI SI È VOTATO PER UN SOLO CANDIDATO

Data Pubblicazione17 Set 2020

Comunicato stampa 17 settembre 2020

Dal 2016 ad oggi, nel 13% dei Comuni veneti si è presentato un solo candidato sindaco. In alcuni casi le elezioni sono state rinviate per l’assenza di concorrenti. Secondo la Fondazione Think Tank Nord Est la soluzione è la fusione dei Comuni

Non tutti i cittadini veneti possono scegliere il sindaco del Comune in cui risiedono tra una rosa di candidati. C’è chi trova solo un nome nella scheda elettorale, mentre in alcuni Comuni (l’ultimo caso è quello di Lozzo di Cadore) le elezioni vengono addirittura rinviate per assenza di candidati.

E’ questo il risultato di un’analisi della Fondazione Think Tank Nord Est dedicata alle candidature alle elezioni comunali in Veneto negli ultimi 5 anni, dal 2016 al 2020: secondo lo studio, infatti, in oltre 70 casi il candidato sindaco era solo uno. Evidentemente, si tratta di una situazione che si verifica nei Comuni più piccoli, con un numero di abitanti molto ridotto. In queste realtà, peraltro, alcune volte è capitato di non ottenere risultati validi, poiché in presenza di un unico candidato è necessario che l’affluenza superi il 50% (obiettivo difficile laddove ci sono molti residenti all’estero).

Per ovviare a queste situazioni, la Fondazione Think Tank Nord Est invita le Amministrazioni del Veneto ad intraprendere un percorso di fusione, fondamentale per costruire localmente dei Comuni più forti, in grado di fornire servizi di qualità a cittadini e imprese. Un Municipio più grande potrebbe anche svolgere un vero ruolo di rappresentanza degli interessi locali, cercando di sviluppare progetti che possano garantire un futuro alle comunità, soprattutto nei luoghi più periferici. Spesso ci si oppone alle aggregazioni tra piccoli Comuni tirando in ballo questioni identitarie ormai superate, dimenticando però che nel frattempo queste realtà continuano a spopolarsi e non sono in grado di affrontare le sfide odierne, dalle emergenze ambientali e sanitarie alla gestione dei flussi turistici.

Il territorio dove è più difficile trovare aspiranti sindaco è il bellunese: tra 2016 e 2020, in 18 casi (pari al 29% del totale) c’era al massimo un candidato. Anche in provincia di Vicenza non mancano le difficoltà: negli ultimi 5 anni, in 19 Comuni (il 16%) si è presentata una sola lista. Problemi anche nel rodigino, dove in 8 casi su 51 (il 16% complessivo) era presente un solo candidato sindaco. In provincia di Padova questa situazione si è verificata 11 volte (10%), nel veronese 10 volte (10%), in provincia di Treviso 7 volte (7%). L’unico territorio in grado di consentire sempre una scelta ai propri cittadini è il veneziano, dove i Comuni sono in numero inferiore ed hanno una dimensione maggiore, salvo poche eccezioni.

“Oggi fare il sindaco è sempre più difficile – spiega Antonio Ferrarelli, presidente della Fondazione Think Tank Nord Est – perché le risorse a disposizione sono sempre meno ed i problemi difficilmente si possono risolvere a livello locale. Ma che senso ha andare a votare per un solo candidato? Come posso esprimere una preferenza se non ho alternative? Per permettere che anche i piccoli Comuni godano di una rappresentanza politica migliore la soluzione è la fusione dei Comuni. Non dobbiamo pensare a delle città – precisa Ferrarelli – ma a realtà di almeno 5.000 o 10.000 abitanti, a seconda della tipologia del territorio. Solo così i piccoli Municipi possono affrontare le sfide di oggi e fornire servizi di qualità. Ci aspettiamo che anche la nuova Giunta Regionale del Veneto affronti questo problema, fino ad oggi sottovalutato, sostenendo con forza e con importanti premialità la fusione dei Comuni: è questa la strada per aiutare i territori periferici e favorire la distribuzione della ricchezza su tutto il territorio.”

 

Comuni del Veneto al voto per l’elezione del sindaco tra 2016 e 2020, con un solo candidato sindaco (o nessuno), per provincia.

 

Fonte: elaborazioni Fondazione Think Tank Nord Est.

Nota: il dato totale è superiore al numero dei Comuni in Veneto perché negli ultimi anni alcuni Municipi sono stati soppressi a seguito di fusione con altri e perché in alcuni casi si è votato più di una volta per l’elezione del sindaco nel corso degli ultimi 5 anni.

 

Fondazione Think Tank Nord Est

Via Torre Belfredo 81/d, 30174 Venezia Mestre

Tel: 340 2858421

info@infonett.it