via Torre Belfredo 81/d - 30174 - Venezia-Mestre
info@infonett.it
+39 041 5953929

BUROCRAZIA: 91 SEMPLICI PASSI PER COMBATTERLA

BUROCRAZIA: 91 SEMPLICI PASSI PER COMBATTERLA

2020

04

SET

Comunicato stampa 30 giugno 2020

La Fondazione Think Tank Nord Est ha preparato un documento con l’Osservatorio Conti Pubblici Italiani diretto da Carlo Cottarelli, per favorire la sburocratizzazione. Le proposte sono state inviate al Ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone

Si è concluso pochi giorni fa, con la pubblicazione di un documento ufficiale e l’invio al Ministro per la Pubblica Amministrazione Fabiana Dadone, un articolato percorso di analisi che la Fondazione Think Tank Nord Est ha condotto per oltre un anno in collaborazione con l’Osservatorio Conti Pubblici Italiani diretto da Carlo Cottarelli. Più di 100 le imprese ascoltate dalla Fondazione, a partire dai propri Soci e da alcune associazioni di categoria del territorio, nel corso di focus group ed altri incontri, per individuare le principali criticità legate agli adempimenti burocratici ed avanzare possibili soluzioni.

Il documento contiene 20 proposte di carattere generale e ben 91 proposte specifiche. Edilizia e fisco sono le aree più ricche di suggerimenti, ma ci sono anche indicazioni per agevolare in generale l’attività delle imprese, favorendo il dialogo (oggi ancora molto conflittuale) con la Pubblica Amministrazione.

Il settore delle costruzioni è particolarmente contraddistinto dall’eccesso di adempimenti. La Fondazione allora propone, ad esempio, di eliminare l’obbligo di conservare in cantiere tutti i documenti inerenti l’ordinaria attività d’impresa (proposta 6), la liberalizzazione degli interventi di manutenzione straordinaria leggera (proposta 13), eliminare il vincolo ambientale per le ristrutturazioni senza modifiche volumetriche (proposta 26). In materia di appalti pubblici, la Fondazione suggerisce di ridurre il numero delle stazioni appaltanti, semplificando al contempo la partecipazione delle imprese sviluppando dei portali unificati almeno su base regionale, come già avvenuto in Friuli Venezia Giulia (proposta 37).

Le imprese lamentano poi non solo livelli elevati di tassazione, ma anche la complessità del sistema fiscale. In questa prospettiva, la Fondazione propone di modificare la periodicità dell’esterometro trasformandolo da trimestrale ad annuale (proposta 51), di accorpare il modello 770 e la Certificazione Unica (proposta 53), semplificare la compilazione del prospetto sugli Aiuti di Stato (proposta 54), definire al massimo 8 casistiche standard a livello nazionale per quanto riguarda aliquote, detrazioni e riduzioni IMU (proposta 68).

Tra i più colpiti dalla pandemia, anche il settore turistico potrebbe beneficiare di semplificazioni amministrative. La Fondazione suggerisce di riproporzionare le attività formative per i lavoratori stagionali (proposta 73), eliminare le verifiche relative all’antiriciclaggio nelle compravendite immobiliari (proposta 82), istituire un’unica comunicazione delle presenze turistiche alle Pubbliche Amministrazioni interessate (proposta 87). Ma la sburocratizzazione può agevolare anche il sistema termale, introducendo l’impegnativa digitale (proposta 90) ed eliminando l’obbligo di consegna delle impegnative cartacee alle Asl da parte degli stabilimenti termali (proposta 91).

“La burocrazia è il male oscuro di questo Paese – spiega Antonio Ferrarelli, presidente della Fondazione Think Tank Nord Est – e tutte le imprese si scontrano quasi ogni giorno con procedure complesse, moduli ridondanti, regole inutili. Si tratta di un costo che non ci possiamo permettere, soprattutto in un momento difficile come questo, in cui servono tempi certi e adempimenti semplici. Ridurre la burocrazia vuol dire liberare le energie delle imprese: si tratta di una riforma fondamentale per far ripartire l’economia – continua Ferrarelli – ed infatti come Fondazione stiamo lavorando direttamente con i Comuni per ridurre i tempi di approvazione delle pratiche e snellire gli iter autorizzativi. Il rischio, per imprese e cittadini, è di non poter accedere a vantaggi fiscali importanti come l’ecobonus 110%. La priorità deve essere quella di agevolare gli investimenti delle imprese, altrimenti fra qualche mese l’impatto della crisi rischia di essere ancora peggiore”.

 

 

ANTONIO FERRARELLI – PRESIDENTE FONDAZIONE THINK TANK NORDEST

 

Fondazione Think Tank Nord Est

Via Torre Belfredo 81/d, 30174 Venezia Mestre

Tel: 340 2858421

info@infonett.it